Nuove opportunità del franchising: la ristorazione

Le proposte di franchising sono in Italia in numero sempre crescente. Ad oggi quasi mille marchi sono presenti sul territorio nazionale, distribuiti un poco in tutti i settori commerciali e dei servizi. Tra quelli di maggiore successo sicuramente un vantaggio sugli altri lo hanno i marchi della ristorazione. Basta vedere come abbiano proliferato in tutti i centri abitati, da nord a sud della penisola, anche in tempo di crisi.

Un settore in costante crescita

opportunità del franchisingL’uscita dalla crisi economica si sta facendo sentire in modo sempre più pesante, in diversi settori. Uno dei settori che non ha sofferto così tanto è quello del franchising della ristorazione. Soprattutto nei grandi centri sono arrivati molti marchi esteri, noti e rinomati ovunque, in gran parte per quel che riguarda i ristoranti per famiglie, o quelli a basso prezzo.

Il settore mostra comunque interessanti proposte sotto diversi punti di vista, cosa che può risultare particolarmente attraente per chi vuole avviare una nuova attività.

Il primo passo da effettuare per aprire l’attività di ristorazione in franchising riguarda una precisa valutazione del tipo di locale che si intende avviare e, conseguentemente, evidenziare il luogo in cui lo si vuole aprire.

I tipi di ristorante che hanno maggiore successo all’interno di un centro commerciale sono, ad esempio, molto diversi da quelli presenti nel centro cittadino o anche da quelli frequentati soprattutto nelle ore serali o per l’aperitivo.

La scelta del franchisor

L’italiano medio ama andare al ristorante e spesso prova anche la novità del momento. Per poter scegliere al meglio il franchising cui affiliarsi è importante anche verificare le richieste dei diversi contratti. Alcune catene di ristoranti infatti pretendono che il punto vendita rispecchi in tutto e per tutto il look stabilito dal franchisor, sia per quanto riguarda gli arredi, sia per le dimensioni e il posizionamento.

Altri franchisor invece richiedono investimenti non troppo elevati, come ad esempio per quelli che riguardano gli snack per la merenda, o prodotti similari, le yogurterie e le gelaterie. Il contratto di franchising può comprendere una serie di clausole di cui è bene tenere conto in anticipo, perché in alcuni casi costringe il futuro titolare dell’attività commerciale a seguire in tutto e per tutto le direttive del franchisor, mentre in altri casi si può avere maggiore campo libero, potendo quindi introdurre idee e innovazioni di vario genere.

L’importanza del posizionamento

Quando si apre un attività di ristorazione, in franchising o anche in autonomia, uno degli elementi più importanti da considerare è la posizione. La location di un bar, di un ristorante, di un negozio di frittelle o crepes, può essere l’elemento che destina l’attività ad un grande successo o ad un rapido fallimento.

Una yogurteria in un piccolo centro abitato con età media delle persone che vivono nel circondario superiore ai 40 anni con buona probabilità non riuscirà mai ad avere successo.

Lo stesso punto vendita posto in un centro commerciale invece riuscirà a sfondare rapidamente, con un elevato numero di clienti ogni giorno. Anche se alcune location sono molto più costose di altre l’importanza del luogo è tale da costringerci a sceglierle come punto di partenza per un’attività di successo.

Post Comment